Anello Sigillo
Anello Sigillo
Anello Sigillo
Anello Sigillo
Anello Sigillo
Anello Sigillo

Anello Sigillo

Anello a sigillo in oro bianco 18 carati, con pavé di zaffiri blu per 3.28 carati e spot di diamanti bianchi per 0.24, colore FG, purezza VVS. Può essere indossato come anello da mignolo.

1511650R
4.150,00 €
COD: 1511650R
Seleziona la tua taglia:

Questo gioiello è stato disegnato da Alex Jona e realizzato a mano da artigiani orafi specializzati utilizzando le ultime tecnologie e prestando la massima attenzione ai dettagli. Il marchio "Alex Jona 404TO" garantisce l'origine del prodotto Alex Jona. I diamanti impiegati sono di altissima qualità in termini di purezza, colore e taglio e provengono da fonti legittime non coinvolte nel finanziamento di conflitti.

Oro Bianco 18 Carati

L’oro bianco 18 carati è composto per il 75% da oro puro, per il 25% da argento e per un altro 5% dal palladio. Per ottenere un bianco vivo e intenso, come ultima fase della finitura, viene eseguita la rodiatura.

Rodio

Con il termine “rodiato” ci si riferisce alla rodiatura, cioè ad un procedimento di placcatura al rodio a cui viene sottoposto il gioiello. Il rodio è un metallo nobile, bianco brillante. In gioielleria lo si usa per conferire maggiore resistenza e brillantezza ad un gioiello. Quando si desidera procedere alla rodiatura di un gioiello quest’ultimo viene placcato, cioè ricoperto, con uno strato di rodio. Il gioiello viene sottoposto ad un bagno nel metallo fuso servendosi anche dell’elettricità (procedimento galvanico). Tale operazione può essere eseguita su diversi metalli: sul platino, sull’oro bianco e sull’argento.

Lo Zaffiro Blu

Quando si parla comunemente di “Zaffiro”, ci si riferisce solo alla varietà blu, anche se bisognerebbe sempre posporre l´aggettivo del colore davanti, per indicare che esistono anche altri colori. Gli Zaffiri Blu provengono tradizionalmente dallo Sri Lanka e dalla Birmania (Mogok); altre fonti includono l'Australia, la Cambogia (Pailin), la Cina, il Kenya, Laos, il Madagascar, la Nigeria, la Tanzania, la Thailandia, gli USA (Montana) e il Vietnam. Secondo fonti attuali gli Zaffiri dallo Sri Lanka si usavano dal 480 a. C e si narra che il Re Salomone corteggiasse la regina di Saba facendole omaggio di Zaffiri dello Sri Lanka, provenienti da ghiaie dei dintorni della citta di Ratnapura (“citta delle gemme”). Secondo la cristalloterapia lo Zaffiro blu è simbolo di integrità, dona serenità e pace a chi lo indossa, stimola l’autodisciplina e la saggezza.

Diamante

Il suo nome deriva dal greco “Adamas” che significa “indomabile” per via della sua estrema durezza. Il diamante è il minerale di origine naturale più duro che si conosca, la sua durezza Mohs è pari a 10. Resistendo molto bene all’usura, il diamante è adatto ad essere indossato quotidianamente e di conseguenza è ampiamente utilizzato nella gioielleria. La rarità e l’eccezionale lucentezza del diamante lo rendono la pietra più preziosa al mondo ed il simbolo assoluto dell’amore eterno. Il diamante si declina in diverse tinte, da quello bianco più celebre, anche detto “incolore”, a quelli “fancy” che vanno dal giallo al rosa, nero, champagne... La qualità di un diamante dipende dalla perfetta combinazione di quattro criteri: colore, taglio, purezza e caratura che si coniugano all’infinito per fare di ogni pietra una gemma unica. Il taglio dei diamanti grezzi per trasformarli in gemme da gioielleria è un’operazione delicata. La forma più comune di taglio del diamante è quella rotonda, denominata a brillante, considerata la migliore in quanto è quella che meglio esalta le caratteristiche di rifrazione della luce.

Potrebbe anche piacerti

Prodotto aggiunto alla wishlist